Dintorni

Santo Domingo e dintorni

Al centro della città di Santo Domingo, si trova il “Parque Mirador Sur”, un parco circondato da migliaia di alberi, sfruttato quotidianamente da moltissime persone per fare esercizio fisico.

Sulla riva opposta rispetto alla Città Coloniale del fiume Ozama, è situato il “Parque Mirador del Este”. In esso troviamo il “Faro a Colòn” (il faro dedicato a Colombo, visitabile dal martedì alla domenica dalle 10 alle 17) e “Los Tres Ojos” (i tre occhi), nome che indica tre lagune di acque profonde e cristalline all’interno di una grande grotta; ad essa si accede attraverso una scala che permette di ammirare la vegetazione naturale ed il complesso di stalagmiti presenti.

A circa venti chilometri da Santo Domingo, è situato il “Parque Nacional Submarino La Caleta” (Parco Nazionale Sottomarino), considerato una grande attrazione da coloro che praticano immersione subacquea: è ricco, infatti, di pesci e coralli; nelle sue acque sono inabissate tre navi di grandi dimensioni che è possibile esplorare dall’interno.

Regione orientale (Punta Cana e La Romana)Nella regione orientale troviamo la Isla Catalina, un’isoletta disabitata che è situata a sud di La Romana e che offre l’opportunità di praticare immersione subacquea ed ammirare la barriera corallina che la circonda.

Il “Parque Nacional del Este” (Parco Nazionale Orientale), considerato una riserva naturale della flora e della fauna dominicana, si estende per 420 chilometri quadrati, di cui 110 sono caratterizzati da sabbie bianche ed alberi di cocco e gli altri 310 da foresta tropicale. All’interno del parco sono presenti numerose grotte contenenti reperti precolombiani. La Isla Saona fa parte del parco stesso; ad essa si può accedere tramite imbarcazione dal villaggio di Bayahibe. E’ un’isola popolata da pochi pescatori ed è circondata da spiagge meravigliose caratterizzate da palme ed acque cristalline.

In questa regione si trovano anche le riserve naturali di “Punta Cana”, “Laguna Redondas” e “Limòn”.

Regione Nord-orientale (Samanà)Il Parco Nazionale “Los Haitises” situato nella Baia di Samanà si estende per 208 chilometri quadrati e consta di una vegetazione tropicale umida che permette al visitatore di inoltrarsi tra le sue mangrovie.

Se avete l’opportunità di visitare il Paese nel periodo compreso fra novembre e marzo, non perdetevi lo spettacolo offerto dalle balene che giungono dalle regioni artiche sino alla Baia di Samanà e al Banco de La Plata per poter partorire.

Regione settentrionale (Puerto Plata e Montecristi)Nella regione settentrionale troviamo il paese di Rìo San Juan, da cui è possibile partire per delle escursioni in barca attraverso le mangrovie della Laguna Gri-Gri ed il Parco Nazionale La Isabela, a Puerto Plata, dove si conservano tuttora reperti riguardanti l’insediamento di Colombo sull’isola.

A coloro che visitano Puerto Plata consigliamo di prendere la teleferica per ammirare, dall’alto della Loma Isabel de Torres, lo splendido panorama naturale della regione circostante.

Il Parco Nazionale “Montecristi”, situato a circa venti chilometri dalla città di Montecristi, consta di 530 chilometri quadrati di foresta e di sette isolette chiamate “Los Cayos de Los Siete Hermanos” (le isolette dei sette fratelli). In questa zona vi sono anche le riserve naturali di “Isabel de Torres”, “Villa Elisa” e “Loma Quita Espuela”.

Regione centrale (Jarabacoa)Al centro dell’isola si trova il Parco Nazionale “J. Armando Bermùdez”: esso vanta una foresta umida e subtropicale che si estende per 766 chilometri quadrati.

Vi è, inoltre, il Parco “José del Carmen Ramirez” con i suoi 764 chilometri quadrati. E’ in questa regione che si trova il Pico Duarte, la montagna più alta dei Caraibi; è possibile scalare i suoi 3175 metri ed ammirare dalle sue vette tutta la Cordillera Central e la vegetazione florida e assai varia della zona.

I maggiori fiumi del Paese scorrono tutti in quest’area e vengono spesso sfruttati per praticare rafting. Nei pressi del villaggio di Jarabacoa, si possono ammirare le famose cascate dette Salto de Jimenoa, alte 40 metri, e Salto de Baiguate.

Sono inoltre presenti su questo territorio le riserve naturali di “Valle Nuevo” e “Ebano Verde”.

Regione Sud-occidentale (Barahona e Lago Enriquillo)Nella regione Sud-occidentale dell’isola è possibile visitare le dune di Banì: quest’area, circondata da deserti, risulta piuttosto atipica per via della vegetazione e del paesaggio arido completamente diversi rispetto a tutto il resto del Paese.

Il Parco Nazionale Jaragua, nella città di Pedernales, è l’area protetta più vasta dell’intera isola ed ospita 1400 chilometri quadrati di foresta e due isolette denominate Beata e Alto Velo.

Nella parte occidentale della città di Barahona si trova il Parco Nazionale “Sierra de Bahoruco”, esteso per 800 chilometri quadrati: esso vanta una vegetazione molto eterogenea che va dai pini, ai cactus, ad una varietà di oltre centocinquanta specie diverse di orchidee.

In questa regione si trova anche il lago Enriquillo, il lago salato più grande dei Caraibi: questo, assieme all’isola Cabritos, forma il Parco Nazionale “Isla Cabritos”; in un contesto di vegetazione arida, vive qui una gran varietà di animali allo stato libero, tra cui le iguana giganti ed i coccodrilli. Il parco può essere visitato a bordo di barche, a disposizione all’entrata del parco.

Nella stessa zona vi è l’area archeologica chiamata “Las Caritas” (Le Faccette) con degli esempi perfettamente conservati, sulle rocce del parco, di arte pre-ispanica, di notevole interesse storico.

Lungo la strada che collega la capitale a Barahona, troviamo il “Polo Magnetico”. Nonostante siano in molti a credere che esso rappresenti uno dei fenomeni naturali esistenti più interessanti, in realtà ci troviamo semplicemente di fronte ad un incredibile effetto ottico. Migliaia di persone si recano ogni giorno su questa collina per constatare con i propri occhi come un veicolo o qualunque altro oggetto posto su questo tratto di strada, senza alcuna spinta, tenda ad andare in salita lungo una discesa.

© Copyright2000-05 DominicanDream Content Provision / Condizioni d’Utilizzo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: