Consigli di viaggio

Se, come il sottoscritto decidete di intraprendere un viaggio da soli nella Repubblica Dominicana, d’ora in poi denominata R.D. ecco a voi alcuni consigli, da chi è stato un mese.

Prenotate il residence a questo indirizzo ,è un caro amico

http://www.bocachicaplaya.com/

provate a chiedere il corrispettivo del prezzo in Euro, il proprietario de Los Pinos li accetta.

Accertatevi che il biglietto aereo sia comprensivo anche delle tasse di uscita dalla R.D., potete chiedere dove avete acquistato il biglietto o presso la compagnia con la quale volate.

Per arrivi con voli di linea a Santo Domingo Las Americas le compagnie europee che consiglio sono IBERIA ed AIR FRANCE con partenze da vari scali italiani con cambio rispettivamente a Madrid per Iberia ed a Parigi per Air France.
Altra compagnia è AIR EUROPA da Milano Malpensa o Roma Fiumicino con scalo a Madrid, idem dicasi per AIR COMET che ultimamente sta facendo buoni prezzi su Santo Domingo – Las Americas.
Un consiglio è tenere sotto controllo continuamente o monitorare giornalmente il sito di IBERIA ma anche quelli delle summenzionate compagnie, per vedere se ci sono offerte su Santo Domingo – Las Americas. Chi vi scrive l’ultima volta ha viaggiato con IBERIA a/r su Las Americas partendo da Milano al prezzo di € € 474,43 tasse e spese di emissione incluse, penso che forse un volo charter a questo prezzo vi faccia fare solo l’andata od il ritorno

Sappiate che all’arrivo in R.D. dovete compilare un modulo e pagare 10 dollari statunitensi.

A MIO MODESTISSIMO PARERE SI PUO’ STARE IN REPUBBLICA DOMINICANA PORTANDOSI DIRETTAMENTE GLI EURO E NON CAMBIARLI IN DOLLARI E SUCCESSIVAMENTE IN PESOS.

Questo perché è vero che il peso dominicano è legato al dollaro statunitense, ma con le commissioni bancarie e la differenza di cambio si è troppo svantaggiati dal doppio cambio per cui vale la pena portarsi direttamente gli euro.

Naturalmente se dovete pagare dove alloggerete in dollari statunitensi, allora il discorso è diverso.

Per qualsiasi acquisto che intendete pagare con carta di credito sappiate che vi verrà richiesto ovunque il passaporto.

Se intendete acquistare al duty free dell’aeroporto Las Americas di Santo Domingo tutti i prezzi sono in dollari statunitensi.

Non so dire se accettano anche Euro, però se pagate con carta di credito non sussiste il problema.

Per fare una bella vacanza in R.D. sono importanti due fattori:

1) sapere parlare un po’ lo spagnolo aiuta molto, i dominicani saranno più contenti, come qualsiasi altro popolo, se un turista parla la lingua del posto che sta visitando

2) ballare la bachata, il merengue, sono i 2 balli nazionali, ed anche la salsa e l’ultima tendenza in fatto di danze caraibiche il reggaeton

Se saprete queste due cose sarà molto più facile l’approccio con i dominicani.

I dominicani sono persone allegre e socievoli, ciò non vuol dire che dobbiate sempre tenere un occhio di riguardo ai vostri oggetti di valore, specie il denaro.

Un consiglio caloroso e di cuore, evitate di andare in giro con collane, collanine, braccialetti, orologi e quant’altro di appariscente e prezioso, questo perché non c’è bisogno di dimostrare la vostra argenteria né tanto meno i vostri soldi, per rispetto verso persone che nella loro vita non hanno mai potuto farsi una vacanza ed hanno dovuto solo e sempre lavorare per cercare di arrivare a fine mese se non addirittura a fine giornata o digiunare forzatamente per mancanza di denaro per acquistare cibo per se e la propria famiglia, in quanto a differenza di qua in Europa, in R.D. il livello di istruzione garantito è basso e per proseguire con gli studi bisogna avere soldi, o se stanno male anche l’assistenza sanitaria è molto bassa.

Per alcuni dominicani i turisti sono considerati solo dei polli da spennare, ma per fortuna la maggioranza non la pensa allo stesso modo.

Se volete visitare la vera R.D., non quella dei posti per turisti, per esempio la Saona , l’Isola Catalina ecc. o sapete bene la lingua e le conoscenze del posto oppure consiglio molto pratico fatevi un amico dominicano e chiedete a lui di portarvi in giro.

Sarà molto divertente e scoprirete ed imparerete tante cose che nessun tour operator vi dirà, incontrerete un sacco di gente e soprattutto vi terrà alla larga da coloro i quali interessano solo i vostri soldi.

Andrete a mangiare la vera cucina criolla in posti puliti, a tal proposito consiglio il PICA POLLO DE LA ESTRELLA che si trova sulla circonvallazione di San Pedro de Macoris, in quest’ultima cittadina da visitare c’è una chiesa e la piazza principale.

Soprattutto se vi porterà a visitare la capitale Santo Domingo , oltre le zone più turistiche fra le quali quella coloniale ed il conde vi porterà a visitare anche quelle più popolari, per vedere come vivono i dominicani, che non siano pericolose ed anche lì vi porterà in posti di buon livello igienico – economico e dove potrete gustare la vera cucina criolla.

Naturalmente la persona che verrà con voi sarà a vostro completo carico per quanto riguarda il trasporto ed il vitto ed inoltre dovrete lasciare una mancia (propina in spagnolo) per avervi accompagnato.

Per l’esperienza che ho avuto io la spesa è stata poco influente sulle emozioni che ho vissuto ed i posti che ho visitato.

Passando alla vita notturna, Boca Chica offre ben poco se non qualche discoteca sulla Duarte facendo attenzione a non essere “assalito” da qualche chica ed anche in discoteca bisogna fare attenzione.

Un buon barrio dove poter ballare e stare tranquilli è MONTI A VENTO in un locale chiamato “LA FIGHITA” (almeno così si pronuncia) che si trova dalla parte opposta di Boca Chica attraversando l’autopista, ma basta chiedere a qualsiasi motoconcho e vi porterà.
In quest’ultimo barrio così come nei luoghi dove si balla e o comunque se volete conoscere qualcuno è buona norma offrire da bere, il costo è irrisorio paragonato all’Italia, se poi sapete anche ballare non avrete difficoltà a conoscere ragazze.

Discorso completamente a parte merita la discoteca Hamaca situata all’interno dell’hotel Hilton dove vi è anche il casinò.

L’entrata costa 600 pesos e da diritto a consumazione libera per tutta la serata, non si può fumare all’interno, è frequentata soprattutto dagli ospiti dell’albergo quasi tutti americani statunitensi.

E’ dotata di personale di sicurezza all’entrata ed anche all’interno, offre un buon servizo bar e si può ballare alternativamente bachata, merengue salsa e reggaeton , sicuramente è difficile trovare dominicane del posto perché è troppo alto il costo del biglietto, a meno che non ne troviate qualcuna all’entrata ed avete voglia di pagare il biglietto anche per lei.

Se volete invece divertirvi con gente dominicana allegra e simpatica allora andate ad Andrès De Boca Chica, ma non da soli, a meno che non abbiate deciso di andare in una delle discoteche “O’ SIGARO” e “MULTICENTER” ed “OXIGENO”, ultimamente quest’ultima ha cambiato nome in “MACUMBA” , la prima situata in paese e le altre due sull’autopista.

Essendo stato solo nell’ultima discoteca insieme ad amici dominicani l’ho trovata tranquilla ed accogliente.

Ad Andrès c’è molta più vita, allegria e divertimento, soprattutto la sera, che a Boca Chica. Andrès è un paese abitato da dominicani e non è un posto turistico anche se si trova vicino a Boca Chica.

Per raggiungerlo si può prendere la “GUAUA” (pulmino minivan) che per 10 pesos ed in 5 – 10 minuti vi porta ad Andres lasciandovi sull’autopista e poi prendendo un motoconcho in loco. La guaua circola fino alle 22.30 – 23.00 di notte.

Altro metodo è prendere direttamente il motoconcho da Boca Chica contrattando, come tutte le volte, il prezzo.

La vita nottura di Andrès si svolge prevalentemente in qualche locale dove si balla (soprattutto bachata e merengue), oppure in qualche bar o colmado bevendo una birra, chiacchierando con persone allegre e simpatiche se vi piace oppure ballando con qualche bella ragazza. Il tutto economicamente conveniente ma molto ricco per il proprio spirito e la propria cultura. Naturalmente sappiate che qui troverete solo gente dominicana e non turisti.


Un posto assolutamente da non perdere è da “D’CHENCOM – SUPER FRIA” colmado che la sera dalle 18 in poi si trasforma anche in una discoteca all’aperto, qui si balla e si sta insieme ai dominicani, da andare soprattutto il venerdì, sabato e domenica sera, naturalmente è consigliabile essere accompagnato da qualche locale ma se volete avventurarvi da solo potete anche farlo, fate solo attenzione alle persone che entrano in contatto con voi siano essi uomini che donne.

Un’esperienza che consiglio anche di fare è quella di andare a Santo Domingo, San Pedro od in qualsiasi altro posto non molto lontano, con la guaua.
Farete un viaggio a ritmo di musica caraibica, conoscendo e vedendo la vita dei veri dominicani, un viaggio così in Italia non vi potrà mai capitare, unico consiglio fate attenzione a non dare troppa confidenza ed evitate gentilmente quando qualcuno che non conoscete si offre per accompagnarvi da qualche parte.

L’ideale per girare e visitare la R.D. è farlo insieme ad una persona dominicana, penso che non ci sia miglior guida turistica, perché vi porterà in posti che non troverete in nessuna guida e vi farà vivere delle emozioni, conoscere delle tradizioni e modi di vivere che arricchiranno il vostro bagaglio culturale.

Auguro a tutti coloro che andranno in R.D. di vivere le stesse emozioni che ho vissuto io.

Una Risposta

  1. caro viaggiatore sono tornato due gg fa da boca chica maero stato gia in aprile come faccio da ormai da sei anni purtroppo il paradiso ha lasciato posto all inferno in una serata sono stati uccisi 3 italiani ma la cosa che piu mi ha colpito è che il giorno prima avevo parlato con marino un signore di 84 anni bravissimo eccezzionale lo anno ucciso a bastonate x un cellulare e sono stati quei ragazzi che frequentano la duarte a cui marino dava la sua fiducia e la propina ormai da piu di 10 anni che peccato non si puo uccidere a bastonate una persona per 20 dollari ma a boca chica è cosi prima ti uccidono poi vedono cosa hai quindi non serve piu girare senza nulla basta che sei un turista e sei a rischio ormai si respira una brutta aria oltre alla crisi dovuta a una politica corrotta il domenicano non ha voglia di fare nulla per la manodopera ci sono gli aitiani mentre loro bevono birra e giocano a domino non esiste una famiglia tutte le ragazze di 18 20 anni hanno anche 3 bambini sempre senza marito non ti puoi fidare di nessuno tutti e dico tutti ti vogliono fregare sono 6 anni che passo almeno 2 mesi l anno in rd e purtroppo è andata sempre peggio tutti gli italiani che conosco stanno organizzando per andarsene la stampa non fa sapere la reale situazione per paura del turismo ma io invito tutti gli italiani a non andare piu a boca chica o altri posti della rd a meno che vi rinchiudiate in un resort li state tranquilli ma è come stare a rimini a me è andata bene ma purtroppo altri hanno lasciato la pelle

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: