Santo Domingo

Santo Domingo
a fianco uomini d’affari con telefono cellulare e mendicanti che sbarcano il lunario vendendo biglietti della lotteria. È una città cattolica, dove sorgono numerosi bordelli, ci sono moltissimi alberghi a cinque stelle e frequenti black-out, l’afa è opprimente, ma la gente è paziente e ottimista.
Santo Domingo, come lo spirito dominicano, è profondamente festosa. Qui si tengono non uno, bensi dei carnevali ogni anno, oltre a un festival di merengue e a uno di musica latina. Le discoteche sono affollate di giovani che fanno l’alba, l’arena dei combattimenti dei galli
e lo stadio di baseball attirano spettatori da molto lontano e la sua scenaartistica è ricca come in tutti gli angoli dei Caraibi. È una città con autobus che eruttano lunghe scie di fumi esausti, con favolose acque verde-azzurro che si frangono contro gli scogli, con coppiette che ammirano la risacca mentre si sussurrano dolci parole abbracciati. È un vasto centro urbano costruito su una rete estesa di grotte sotterranee, con un forte antico enorme e un parco che ogni giorno si affolla di centinaia di ciclisti e amanti del jogging.
Prima di ogni altra cosa, agli occhi dei viaggiatori stranieri Santo Domingo è la città dove ebbe inizio l’insediamento europeo nel Nuovo Mondo. Proprio qui i primi conquistadores spagnoli istituirono la loro base di partenza, in una parte del mondo a loro talmente sconosciuta al punto che per molti anni essi pensarono di trovarsi in Asia. Dall’attuale sito di Santo Domingo gli Spagnoli partirono alla conquista dell’ America centrale e meridionale. Dall’area ora chiamata Zona Colonial, Cristoforo Colombo, e in seguito i suoi figli, governarono la più recente colonia di Spagna.
La Zona Colonial è un vero gioiello di antica architettura coloniale. Il quartiere,
Poche espressioni sono state sfruttate dagli scrittori di viaggi più di ‘terra di contrasti’, ma nel caso di Santo Domingo è anche troppo ovvia per le sue disuguaglianze così stridenti. I 2,2 milioni di abitanti della città rispettano molte tradizioni, amano la loro ricca storia e conservano gli edifici coloniali; tuttavia, quasi tutti i cittadini guardano i programmi della TV americana con soggezione e sono sempre pronti ad adeguarsi all’ultima moda statunitense. È una città di immensa ricchezza e povertà dolorosa, dove si vedono fianco

che oggi rappresenta solo una fetta minuscola della città in maggiore espansione dei Caraibi, ospita la chiesa più antica e la prima strada lastricata del Nuovo Mondo, oltre al monastero più antico, alle rovine del primo ospedale e alla più antica fortezza europea ancora esistente. Qui sorge anche una delle prime residenze europee del Nuovo Mondo a due piani. L’elenco potrebbe continuare, e anche i vostri mo- tivi per passare il tempo a esplorare que- sta caratteristica città storica.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: